Crea sito
 

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato NTFS

2 aprile, 2017 (21:46) | Linux, Senza categoria | By: sargonsei

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato NTFS
Comandi verificati con Linux Mint 18

Per cancellare residui di prove precedenti, smontare e rimuovere la partizione di prova
sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
sudo rmdir /media/prova # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media

Le operazioni sulle partizioni, possono causare la perdita di dati, quindi è meglio farle da interfaccia grafica perchè la finestra di dialogo avvisa l’utente quando potrebbe fare danni.
Quando, per un qualsiasi motivo, non è possibile utilizzare l’interfaccia grafica, possiamo procedere da riga di comando, ma con molta cautela.
Alcuni comandi possono essere impartiti solo se la partizione su cui agiscono è prima stata smontata. Nel dubbio, meglio impartire il comando di smontaggio della partizione una volta di troppo (e leggere l’avviso che si sta tentando di smontare una partizione già smontata) che una volta di meno (e perdere tutti i dati contenuti nella partizione)

sudo mkdir /media/prova # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mkfs.ntfs /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come NTFS

sudo ntfslabel /dev/sdb1 labelNTFS # Sostituisce con "labelNTFS" l'etichetta della partizione NON montata sdb1

sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1

sudo mount -t ntfs-3g /dev/sdb1 /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come ntfs il punto di mount /media/prova

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

# output:

[email protected] ~ $ sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
[sudo] password di mint18m: 
[email protected] ~ $ sudo rmdir /media/prova  # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media
[email protected] ~ $ sudo mkdir /media/prova  # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1    # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
umount: /dev/sdb1: not mounted
[email protected] ~ $ sudo mkfs.ntfs /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come NTFS
[sudo] password di mint18m: 
Cluster size has been automatically set to 4096 bytes.
Initializing device with zeroes: 100% - Done.
Creating NTFS volume structures.
mkntfs completed successfully. Have a nice day.
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1    # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
[sudo] password di mint18m: 
[email protected] ~ $ sudo ntfslabel /dev/sdb1 labelNTFS # Sostituisce con "labelNTFS" l'etichetta della partizione NON montata sdb1
[email protected] ~ $ sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1fsck da util-linux 2.27.1
[email protected] ~ $ sudo mount -t ntfs-3g /dev/sdb1  /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come ntfs il punto di mount /media/prova
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
/dev/sdb1 on /media/prova type fuseblk (rw,relatime,user_id=0,group_id=0,allow_other,blksize=4096) [labelNTFS]
[email protected] ~ $ 

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato fat32

2 aprile, 2017 (21:36) | Senza categoria | By: sargonsei

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato fat32
Comandi verificati con Linux Mint 18

Le operazioni sulle partizioni, possono causare la perdita di dati, quindi è meglio farle da interfaccia grafica perchè la finestra di dialogo avvisa l’utente quando potrebbe fare danni.
Quando, per un qualsiasi motivo, non è possibile utilizzare l’interfaccia grafica, possiamo procedere da riga di comando, ma con molta cautela.
Alcuni comandi possono essere impartiti solo se la partizione su cui agiscono è prima stata smontata. Nel dubbio, meglio impartire il comando di smontaggio della partizione una volta di troppo (e leggere l’avviso che si sta tentando di smontare una partizione già smontata) che una volta di meno (e perdere tutti i dati contenuti nella partizione)

Per cancellare residui di prove precedenti, smontare e rimuovere la partizione di prova
sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
sudo rmdir /media/prova # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media

sudo mkdir /media/prova # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media

sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mkfs.vfat -F 32 /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come fat32

sudo mlabel -i /dev/sdb1 ::labelFat32 # Sostituisce con "labelFat32" l'etichetta della partizione NON montata sdb1

sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1

sudo mount -t vfat /dev/sdb1 /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come fat32 il punto di mount /media/prova

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

# output:

[email protected] ~ $ sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
[sudo] password di mint18m: 
[email protected] ~ $ sudo rmdir /media/prova  # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media
[sudo] password di mint18m: 
[email protected] ~ $ sudo mkdir /media/prova  # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
umount: /dev/sdb1: not mounted
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1    # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
umount: /dev/sdb1: not mounted
[email protected] ~ $ sudo mkfs.vfat -F 32 /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come fat32 
mkfs.fat 3.0.28 (2015-05-16)
[email protected] ~ $  sudo mlabel -i /dev/sdb1 ::labelFat32 # Sostituisce con "labelFat32" l'etichetta della partizione NON montata sdb1
[email protected] ~ $ sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1fsck da util-linux 2.27.1
fsck.fat 3.0.28 (2015-05-16)
/dev/sdb1: 1 files, 1/979586 clusters
[email protected] ~ $ sudo mount -t vfat /dev/sdb1  /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come fat32 il punto di mount /media/prova
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
/dev/sdb1 on /media/prova type vfat (rw,relatime,fmask=0022,dmask=0022,codepage=437,iocharset=iso8859-1,shortname=mixed,errors=remount-ro) [LABELFAT32]
[email protected] ~ $ 

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato fat16

2 aprile, 2017 (21:31) | Senza categoria | By: sargonsei

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato Fat16
Comandi verificati con Linux Mint 18

Le operazioni sulle partizioni, possono causare la perdita di dati, quindi è meglio farle da interfaccia grafica perchè la finestra di dialogo avvisa l’utente quando potrebbe fare danni.
Quando, per un qualsiasi motivo, non è possibile utilizzare l’interfaccia grafica, possiamo procedere da riga di comando, ma con molta cautela.
Alcuni comandi possono essere impartiti solo se la partizione su cui agiscono è prima stata smontata. Nel dubbio, meglio impartire il comando di smontaggio della partizione una volta di troppo (e leggere l’avviso che si sta tentando di smontare una partizione già smontata) che una volta di meno (e perdere tutti i dati contenuti nella partizione)

Per cancellarte residui di prove precedenti, smontare e rimuovere la partizione di prova
sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
sudo rmdir /media/prova # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media

sudo mkdir /media/prova # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media

sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, http://blog.linuxmint.com/i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mkfs.vfat -F 16 /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come fat16
sudo mkdosfs /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come fat16

sudo mlabel -i /dev/sdb1 ::labelFat16 # Sostituisce con "labelFat16" l'etichetta della partizione NON montata sdb1

sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1

sudo mount -t vfat /dev/sdb1 /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come fat16 il punto di mount /media/prova

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

# output:

[email protected] ~ $ sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
[sudo] password di mint18m: 
[email protected] ~ $ sudo rmdir /media/prova  # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media
[email protected] ~ $ sudo mkdir /media/prova  # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
umount: /dev/sdb1: not mounted
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
umount: /dev/sdb1: not mounted
[email protected] ~ $ sudo mkfs.vfat -F 16 /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come fat16
mkfs.fat 3.0.28 (2015-05-16)
[email protected] ~ $ sudo mlabel -i /dev/sdb1 ::labelFat16 # Sostituisce con "labelFat16" l'etichetta della partizione NON montata sdb1
[email protected] ~ $ sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1fsck da util-linux 2.27.1
fsck.fat 3.0.28 (2015-05-16)
/dev/sdb1: 1 files, 0/61338 clusters
[email protected] ~ $ sudo mount -t vfat /dev/sdb1  /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come fat16 il punto di mount /media/prova
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
/dev/sdb1 on /media/prova type vfat (rw,relatime,fmask=0022,dmask=0022,codepage=437,iocharset=iso8859-1,shortname=mixed,errors=remount-ro) [LABELFAT16]
[email protected] ~ $ 

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato ext4

2 aprile, 2017 (21:27) | Linux | By: sargonsei

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato ext4
Comandi verificati con Linux Mint 18

Le operazioni sulle partizioni, possono causare la perdita di dati, quindi è meglio farle da interfaccia grafica perchè la finestra di dialogo avvisa l’utente quando potrebbe fare danni.
Quando, per un qualsiasi motivo, non è possibile utilizzare l’interfaccia grafica, possiamo procedere da riga di comando, ma con molta cautela.
Alcuni comandi possono essere impartiti solo se la partizione su cui agiscono è prima stata smontata. Nel dubbio, meglio impartire il comando di smontaggio della partizione una volta di troppo (e leggere l’avviso che si sta tentando di smontare una partizione già smontata) che una volta di meno (e perdere tutti i dati contenuti nella partizione)

Per cancellarte residui di prove precedenti, smontare e rimuovere la partizione di prova
sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
sudo rmdir /media/prova # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media

sudo mkdir /media/prova # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mkfs.ext4 /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come ext4

sudo e2label /dev/sdb1 etichetta # Sostituisce con "etichetta" l'etichetta della partizione NON montata sdb1

sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1

sudo mount -t ext4 /dev/sdb1 /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come ext4 il punto di mount /media/prova

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato ext3

2 aprile, 2017 (21:09) | Linux | By: sargonsei

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato ext3
Comandi verificati con Linux Mint 18

Le operazioni sulle partizioni, possono causare la perdita di dati, quindi è meglio farle da interfaccia grafica perchè la finestra di dialogo avvisa l’utente quando potrebbe fare danni.
Quando, per un qualsiasi motivo, non è possibile utilizzare l’interfaccia grafica, possiamo procedere da riga di comando, ma con molta cautela.
Alcuni comandi possono essere impartiti solo se la partizione su cui agiscono è prima stata smontata. Nel dubbio, meglio impartire il comando di smontaggio della partizione una volta di troppo (e leggere l’avviso che si sta tentando di smontare una partizione già smontata) che una volta di meno (e perdere tutti i dati contenuti nella partizione)

Per cancellarte residui di prove precedenti, smontare e rimuovere la partizione di prova

sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
sudo rmdir /media/prova  # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media
sudo mkdir /media/prova  # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

sudo umount /dev/sdb1    # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mkfs.ext3 /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come ext3

sudo e2label /dev/sdb1 labelExt3 # Sostituisce con "labelExt3" l'etichetta della partizione NON montata sdb1

sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1

sudo mount -t ext3 /dev/sdb1  /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come ext3 il punto di mount /media/prova

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

# output:

[email protected] ~ $ sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
[sudo] password di mint18m: 
[email protected] ~ $ sudo rmdir /media/prova  # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media
[email protected] ~ $ sudo mkdir /media/prova  # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
/dev/sdb1 on /media/mint18m/etichetta type ext4 (rw,nosuid,nodev,relatime,data=ordered,uhelper=udisks2) [etichetta]
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1    # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
[email protected] ~ $ sudo mkfs.ext3 /dev/sdb1 # Formatta la partizione sdb1 come ext3
mke2fs 1.42.13 (17-May-2015)
/dev/sdb1 contiene un file system ext4 con etichetta "etichetta"
	last mounted on Sun Apr  2 14:57:34 2017
Procedere comunque? (s,n) s
Creazione del file system con 981504 4k blocchi e 245760 inode
Etichetta del file system=1a6480b1-e117-464c-93f7-68235db15743
Backup del superblocco salvati nei blocchi: 
	32768, 98304, 163840, 229376, 294912, 819200, 884736

Allocating group tables: fatto                           
Scrittura delle tavole degli inode: fatto                           
Creating journal (16384 blocks): fatto
Scrittura delle informazioni dei super-blocchi e dell'accounting del file system: fatto

[email protected] ~ $ sudo e2label /dev/sdb1 labelExt3 # Sostituisce con "labelExt3" l'etichetta della partizione NON montata sdb1
[email protected] ~ $ sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1fsck da util-linux 2.27.1
e2fsck 1.42.13 (17-May-2015)
Passo 1: Controllo di inode, blocco(i) e dimensioni
Passo 2: Analisi della struttura delle directory
Passo 3: Controllo della connettività di directory
Pass 4: Controllo del numero dei riferimenti
Pass 5: Checking gruppo summary information
labelExt3: 11/245760 files (0.0% non-contiguous), 33755/981504 blocks
[email protected] ~ $ sudo mount -t ext3 /dev/sdb1  /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come ext3 il punto di mount /media/prova
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
/dev/sdb1 on /media/prova type ext3 (rw,relatime,data=ordered) [labelExt3]
[email protected] ~ $

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato ext2

2 aprile, 2017 (21:02) | Linux | By: sargonsei

Linux: formattare da riga di comando la partizione sdb1 in formato ext2
Comandi verificati con Linux Mint 18

Le operazioni sulle partizioni, possono causare la perdita di dati, quindi è meglio farle da interfaccia grafica perchè la finestra di dialogo avvisa l’utente quando potrebbe fare danni.
Quando, per un qualsiasi motivo, non è possibile utilizzare l’interfaccia grafica, possiamo procedere da riga di comando, ma con molta cautela.
Alcuni comandi possono essere impartiti solo se la partizione su cui agiscono è prima stata smontata. Nel dubbio, meglio impartire il comando di smontaggio della partizione una volta di troppo (e leggere l’avviso che si sta tentando di smontare una partizione già smontata) che una volta di meno (e perdere tutti i dati contenuti nella partizione)

Per cancellarte residui di prove precedenti, smontare e rimuovere la partizione di prova

sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
sudo rmdir /media/prova  # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media
sudo mkdir /media/prova  # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media

sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

sudo umount /dev/sdb1    # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount

sudo mke2fs /dev/sdb1    # Formatta la partizione sdb1 come ext2

sudo e2label /dev/sdb1 labelExt2 # Sostituisce con "labelExt2" l'etichetta della partizione NON montata sdb1

sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1

sudo mount -t ext2 /dev/sdb1  /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come ext2 il punto di mount /media/prova

sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta

# output:

[email protected] ~ $ sudo umount /media/prova # Smonta la partizione avente punto di mount /media/prova
[sudo] password di mint18m: 
[email protected] ~ $ sudo rmdir /media/prova  # Rimuove la cartella /prova dalla cartella /media
[email protected] ~ $ sudo mkdir /media/prova  # Crea la cartella /prova all'interno della cartella /media
[email protected] ~ $ sudo umount /dev/sdb1 # Smonta la partizione sdb1 qualunque sia il suo punto di mount
umount: /dev/sdb1: not mounted
[email protected] ~ $ sudo mke2fs /dev/sdb1    # Formatta la partizione sdb1 come ext2
mke2fs 1.42.13 (17-May-2015)
/dev/sdb1 contiene un file system ext3 con etichetta "labelExt3"
	last mounted on Sun Apr  2 15:04:28 2017
Procedere comunque? (s,n) s
Creazione del file system con 981504 4k blocchi e 245760 inode
Etichetta del file system=0d98e419-f52e-45ed-af66-1c5f502f6fa2
Backup del superblocco salvati nei blocchi: 
	32768, 98304, 163840, 229376, 294912, 819200, 884736

Allocating group tables: fatto                           
Scrittura delle tavole degli inode: fatto                           
Scrittura delle informazioni dei super-blocchi e dell'accounting del file system: fatto

[email protected] ~ $ sudo e2label /dev/sdb1 labelExt2 # Sostituisce con "labelExt2" l'etichetta della partizione NON montata sdb1
[email protected] ~ $ sudo fsck -f -y /dev/sdb1 # Verifica l'integrità del file-system della partizione NON montata sdb1fsck da util-linux 2.27.1
e2fsck 1.42.13 (17-May-2015)
Passo 1: Controllo di inode, blocco(i) e dimensioni
Passo 2: Analisi della struttura delle directory
Passo 3: Controllo della connettività di directory
Pass 4: Controllo del numero dei riferimenti
Pass 5: Checking gruppo summary information
labelExt2: 11/245760 files (0.0% non-contiguous), 17354/981504 blocks
[email protected] ~ $ sudo mount -t ext2 /dev/sdb1  /media/prova # Assegna alla partizione sdb1 formattata come ext2 il punto di mount /media/prova
[email protected] ~ $ sudo mount -l | grep sdb1 # Mostra, per la partizione sdb1, i corrispondenti: Punto di mount, Tipo di file-system (coi relativi permessi), ed Etichetta
/dev/sdb1 on /media/prova type ext2 (rw,relatime,block_validity,barrier,user_xattr,acl) [labelExt2]
[email protected] ~ $ 

Avviare da GRUB2 una LIVE.iso in una partizione USB avente UUID noto

23 ottobre, 2016 (22:47) | Senza categoria | By: sargonsei

Dato il procedimento è spiegato nella pagina WEB
http://sargonsei.altervista.org/live/
inserisco alcuni esempi di menù da aggiungere al file /etc/grub.d/40_custom
per avviare delle LIVE.iso collocate nella partizione /iso/ a sua volta collocata in una memoria USB

menuentry "ubuntu-mate-16.04-desktop-amd64.iso LIVE (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/ubuntu-mate-16.04-desktop-amd64.iso"
      loopback loop $isofile
      linux (loop)/casper/vmlinuz.efi file=(loop)/preseed/ubuntu-mate.seed boot=casper iso-scan/filename=$isofile quiet splash nomodeset
      initrd (loop)/casper/initrd.lz
}

menuentry "linuxmint-18-mate LIVE (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/linuxmint-18-mate-64bit.iso"
      loopback loop $isofile
      linux (loop)/casper/vmlinuz file=(loop)/preseed/linuxmint.seed boot=casper iso-scan/filename=$isofile quiet splash nomodeset
      initrd (loop)/casper/initrd.lz
}

menuentry "linuxmint-17.3-mate LIVE (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/mint173plus64mate.iso"
      loopback loop $isofile
      linux (loop)/casper/vmlinuz file=(loop)/preseed/custom.seed boot=casper iso-scan/filename=$isofile quiet splash nomodeset
      initrd (loop)/casper/initrd.gz
}

menuentry "linuxmint-17.2-mate-32bit.iso LIVE (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/linuxmint-17.2-mate-32bit.iso"
      loopback loop $isofile
      linux (loop)/casper/vmlinuz file=(loop)/preseed/linuxmint.seed boot=casper iso-scan/filename=$isofile quiet splash nomodeset
      initrd (loop)/casper/initrd.lz
}

menuentry "kubuntu-15.04-desktop-i386.iso LIVE (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/kubuntu-15.04-desktop-i386.iso"
      loopback loop $isofile
      linux (loop)/casper/vmlinuz file=(loop)/preseed/kubuntu.seed boot=casper iso-scan/filename=$isofile quiet splash nomodeset
      initrd (loop)/casper/initrd.lz
}

menuentry "pclinuxos-lxde-2014.12.iso LIVE (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/pclinuxos-lxde-2014.12.iso"
      loopback loop $isofile
	  linux (loop)/isolinux/vmlinuz fromusb root=UUID=56C2-9F49 bootfromiso=$isofile livecd=livecd vga=788 keyb=us acpi=on splash=verbose fstab=rw,auto
	initrd (loop)/isolinux/initrd.gz
}

menuentry "xfce-pclinuxos-2016-05-10 -UN: pclinuxos -PW: linux (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/xfce-pclinuxos-2016-05-10-rAttuale.iso"
      loopback loop $isofile
	  linux (loop)/isolinux/vmlinuz fromusb root=UUID=56C2-9F49 bootfromiso=$isofile livecd=livecd vga=788 keyb=it acpi=on splash=verbose fstab=rw,auto
	initrd (loop)/isolinux/initrd.gz
}

menuentry "antiX-16_x64-full LIVE [Funziona] (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
      set root=UUID=56C2-9F49
      search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
      set isofile="/iso/antiX-16_x64-full.iso"
      loopback loop $isofile
      linux (loop)/antiX/vmlinuz fromhd=UUID=56C2-9F49 fromiso=$isofile livecd=livecd vga=788 acpi=on splash=verbose
      initrd (loop)/antiX/initrd.gz
}

Esaminare accuratamente la connessione WiFi

25 febbraio, 2016 (22:37) | Linux | By: sargonsei

Verifica della connessione a Internet del portatile Lenovo R61 con Linux Mint 17.1 Cinnamon.

I comandi:

sudo lshw -c network # informazioni sulle schede di rete rilevate (PCI e USB)
lspci -knn | grep -iA2 net # Verifica la presenza di schede di rete integrate e relativo driver
lsusb

dmesg |grep -i ready # Visualizza il risultato dei tentativi di connettersi a Internet
cat /etc/NetworkManager/NetworkManager.conf # informazioni sul / dal Network Manager e sue connessioni configurate
cat /var/lib/NetworkManager/NetworkManager.state
ls -l /etc/NetworkManager/system-connections

nmcli device status # Status delle reti
cat /etc/network/interfaces # informazioni sulle schede di rete configurate “ignorate dal Network Manager”
ip addr
ifconfig
iwconfig # informazioni sulle schede di rete WIFI
rfkill list all
cat /etc/resolv.conf # informazioni sui server DNS configurati
route -n # tabella di routing
arp
ping -c 5 192.168.1.1 # raggiungibilità del proprio gateway (“router ADSL”)
ping -c 5 8.8.8.8 # raggiungibilità di un host su Internet (senza risoluzione via server DNS)
ping -c 5 google.it # raggiungibilità di un host su Internet (con risoluzione via server DNS)
sudo iwlist wlan0 scan | grep -i ssid # scansione delle reti WIFI nelle vicinanze
sudo iw wlan0 scan | grep -i ssid
nmcli device wifi list # Elenco Reti Wifi disponibili e relative caratteristiche

sudo iwlist scan # Elenco Reti Wifi disponibili e relative caratteristiche per esteso
sudo cat /etc/NetworkManager/system-connections/* # Elenco Reti Wifi configurate e relative caratteristiche
nmcli device list iface wlan0 # Elenco Reti Wifi configurate e relative caratteristiche

L’output

[email protected]:~$ sudo lshw -c network # informazioni sulle schede di rete rilevate (PCI e USB)

[sudo] password for mint17c64bit: 
  *-network               
       description: Ethernet interface
       product: 82566MC Gigabit Network Connection
       vendor: Intel Corporation
       physical id: 19
       bus info: [email protected]:00:19.0
       logical name: eth0
       version: 03
       serial: 00:15:58:cb:e3:11
       capacity: 1Gbit/s
       width: 32 bits
       clock: 33MHz
       capabilities: pm msi bus_master cap_list ethernet physical tp 10bt 10bt-fd 100bt 100bt-fd 1000bt-fd autonegotiation
       configuration: autonegotiation=on broadcast=yes driver=e1000e driverversion=2.3.2-k firmware=0.3-0 latency=0 link=no multicast=yes port=twisted pair
       resources: irq:46 memory:fe200000-fe21ffff memory:fe224000-fe224fff ioport:1800(size=32)
  *-network
       description: Wireless interface
       product: PRO/Wireless 4965 AG or AGN [Kedron] Network Connection
       vendor: Intel Corporation
       physical id: 0
       bus info: [email protected]:03:00.0
       logical name: wlan0
       version: 61
       serial: 00:1d:e0:0a:4b:c5
       width: 64 bits
       clock: 33MHz
       capabilities: pm msi pciexpress bus_master cap_list ethernet physical wireless
       configuration: broadcast=yes driver=iwl4965 driverversion=3.13.0-37-generic firmware=228.61.2.24 ip=192.168.1.103 latency=0 link=yes multicast=yes wireless=IEEE 802.11abgn
       resources: irq:50 memory:df2fe000-df2fffff

[email protected]:~$ lspci -knn | grep -iA2 net # Verifica la presenza di schede di rete integrate e relativo driver

00:19.0 Ethernet controller [0200]: Intel Corporation 82566MC Gigabit Network Connection [8086:104d] (rev 03)
	Subsystem: Lenovo Device [17aa:20ba]
	Kernel driver in use: e1000e
--
03:00.0 Network controller [0280]: Intel Corporation PRO/Wireless 4965 AG or AGN [Kedron] Network Connection [8086:4230] (rev 61)
	Subsystem: Intel Corporation Lenovo ThinkPad T61 [8086:1111]
	Kernel driver in use: iwl4965

[email protected]:~$ lsusb

Bus 002 Device 001: ID 1d6b:0002 Linux Foundation 2.0 root hub
Bus 007 Device 001: ID 1d6b:0001 Linux Foundation 1.1 root hub
Bus 006 Device 001: ID 1d6b:0001 Linux Foundation 1.1 root hub
Bus 005 Device 001: ID 1d6b:0001 Linux Foundation 1.1 root hub
Bus 001 Device 004: ID 04b3:4485 IBM Corp. Serial Converter
Bus 001 Device 001: ID 1d6b:0002 Linux Foundation 2.0 root hub
Bus 004 Device 001: ID 1d6b:0001 Linux Foundation 1.1 root hub
Bus 003 Device 003: ID 147e:2016 Upek Biometric Touchchip/Touchstrip Fingerprint Sensor
Bus 003 Device 001: ID 1d6b:0001 Linux Foundation 1.1 root hub

[email protected]:~$

 

[email protected]:~$ dmesg |grep -i ready # Visualizza il risultato dei tentativi di connettersi a Internet

[   20.877467] IPv6: ADDRCONF(NETDEV_UP): eth0: link is not ready
[   28.136297] IPv6: ADDRCONF(NETDEV_UP): eth0: link is not ready
[   28.140372] IPv6: ADDRCONF(NETDEV_UP): eth0: link is not ready
[   28.381107] IPv6: ADDRCONF(NETDEV_UP): wlan0: link is not ready
[   28.381520] IPv6: ADDRCONF(NETDEV_UP): wlan0: link is not ready
[   32.904178] IPv6: ADDRCONF(NETDEV_CHANGE): wlan0: link becomes ready

[email protected]:~$ cat /etc/NetworkManager/NetworkManager.conf # informazioni sul / dal Network Manager e sue connessioni configurate

[main]
plugins=ifupdown,keyfile,ofono
dns=dnsmasq

no-auto-default=00:15:58:CB:E3:11,

[ifupdown]
managed=false

[email protected]:~$ cat /var/lib/NetworkManager/NetworkManager.state

[main]
NetworkingEnabled=true
WirelessEnabled=true
WWANEnabled=true
WimaxEnabled=true

[email protected]:~$
ls -l /etc/NetworkManager/system-connections

totale 16
-rw------- 1 root root 358 apr 10  2015 Connessione HUAWEI Y330-U01 automatica
-rw------- 1 root root 366 set 28 18:30 Connessione TP-LINK_2.4GHz_928511 automatica
-rw------- 1 root root 279 set 21 07:51 Connessione via cavo 1
-rw------- 1 root root 257 lug 22  2014 Wind Non-business

[email protected]:~$

 

[email protected]:~$ nmcli

device status # Status delle reti
DEVICE     TIPO              STATO        
wlan0      802-11-wireless   collegato    
eth0       802-3-ethernet    non disponibile

[email protected]:~$ cat /etc/network/interfaces # informazioni sulle schede di rete configurate “ignorate dal Network Manager”

# interfaces(5) file used by ifup(8) and ifdown(8)
auto lo
iface lo inet loopback

[email protected]:~$ ip addr

1: lo:  mtu 65536 qdisc noqueue state UNKNOWN group default 
    link/loopback 00:00:00:00:00:00 brd 00:00:00:00:00:00
    inet 127.0.0.1/8 scope host lo
       valid_lft forever preferred_lft forever
    inet6 ::1/128 scope host 
       valid_lft forever preferred_lft forever
2: eth0:  mtu 1500 qdisc pfifo_fast state DOWN group default qlen 1000
    link/ether 00:15:58:cb:e3:11 brd ff:ff:ff:ff:ff:ff
3: wlan0:  mtu 1500 qdisc mq state UP group default qlen 1000
    link/ether 00:1d:e0:0a:4b:c5 brd ff:ff:ff:ff:ff:ff
    inet 192.168.1.103/24 brd 192.168.1.255 scope global wlan0
       valid_lft forever preferred_lft forever
    inet6 fe80::21d:e0ff:fe0a:4bc5/64 scope link 
       valid_lft forever preferred_lft forever

[email protected]:~$ ifconfig

eth0      Link encap:Ethernet  IndirizzoHW 00:15:58:cb:e3:11  
          UP BROADCAST MULTICAST  MTU:1500  Metric:1
          RX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
          TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
          collisioni:0 txqueuelen:1000 
          Byte RX:0 (0.0 B)  Byte TX:0 (0.0 B)
          Interrupt:20 Memoria:fe200000-fe220000 

lo        Link encap:Loopback locale  
          indirizzo inet:127.0.0.1  Maschera:255.0.0.0
          indirizzo inet6: ::1/128 Scope:Host
          UP LOOPBACK RUNNING  MTU:65536  Metric:1
          RX packets:708 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
          TX packets:708 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
          collisioni:0 txqueuelen:0 
          Byte RX:71096 (71.0 KB)  Byte TX:71096 (71.0 KB)

wlan0     Link encap:Ethernet  IndirizzoHW 00:1d:e0:0a:4b:c5  
          indirizzo inet:192.168.1.103  Bcast:192.168.1.255  Maschera:255.255.255.0
          indirizzo inet6: fe80::21d:e0ff:fe0a:4bc5/64 Scope:Link
          UP BROADCAST RUNNING MULTICAST  MTU:1500  Metric:1
          RX packets:7599 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
          TX packets:5294 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
          collisioni:0 txqueuelen:1000 
          Byte RX:7091301 (7.0 MB)  Byte TX:667311 (667.3 KB)

[email protected]:~$ iwconfig # informazioni sulle schede di rete WIFI

eth0      no wireless extensions.

lo        no wireless extensions.

wlan0     IEEE 802.11abgn  ESSID:"TP-LINK_2.4GHz_928511"  
          Mode:Managed  Frequency:2.447 GHz  Access Point: 30:B5:C2:92:85:11   
          Bit Rate=1 Mb/s   Tx-Power=15 dBm   
          Retry  long limit:7   RTS thr:off   Fragment thr:off
          Power Management:off
          Link Quality=42/70  Signal level=-68 dBm  
          Rx invalid nwid:0  Rx invalid crypt:0  Rx invalid frag:0
          Tx excessive retries:810  Invalid misc:192   Missed beacon:0

[email protected]:~$ rfkill list all

1: tpacpi_bluetooth_sw: Bluetooth
	Soft blocked: yes
	Hard blocked: no
2: phy0: Wireless LAN
	Soft blocked: no
	Hard blocked: no

[email protected]:~$ cat /etc/resolv.conf # informazioni sui server DNS configurati

# Dynamic resolv.conf(5) file for glibc resolver(3) generated by resolvconf(8)
#     DO NOT EDIT THIS FILE BY HAND -- YOUR CHANGES WILL BE OVERWRITTEN
nameserver 127.0.1.1

[email protected]:~$ route -n # tabella di routing

Tabella di routing IP del kernel
Destination     Gateway         Genmask         Flags Metric Ref    Use Iface
0.0.0.0         192.168.1.1     0.0.0.0         UG    0      0        0 wlan0
192.168.1.0     0.0.0.0         255.255.255.0   U     9      0        0 wlan0

[email protected]:~$ arp

Indirizzo TipoHW IndirizzoHW Flag Maschera Interfaccia
192.168.1.1              ether   30:b5:c2:92:85:11   C                     wlan0

[email protected]:~$ ping -c 5 192.168.1.1 # raggiungibilità del proprio gateway (“router ADSL”)

PING 192.168.1.1 (192.168.1.1) 56(84) bytes of data.
64 bytes from 192.168.1.1: icmp_seq=1 ttl=64 time=1.52 ms
64 bytes from 192.168.1.1: icmp_seq=2 ttl=64 time=1.90 ms
64 bytes from 192.168.1.1: icmp_seq=3 ttl=64 time=1.48 ms
64 bytes from 192.168.1.1: icmp_seq=4 ttl=64 time=2.34 ms
64 bytes from 192.168.1.1: icmp_seq=5 ttl=64 time=2.14 ms

--- 192.168.1.1 ping statistics ---
5 packets transmitted, 5 received, 0% packet loss, time 4005ms
rtt min/avg/max/mdev = 1.481/1.879/2.345/0.341 ms

[email protected]:~$ ping -c 5 8.8.8.8 # raggiungibilità di un host su Internet (senza risoluzione via server DNS)

PING 8.8.8.8 (8.8.8.8) 56(84) bytes of data.
64 bytes from 8.8.8.8: icmp_seq=1 ttl=43 time=50.8 ms
64 bytes from 8.8.8.8: icmp_seq=2 ttl=43 time=48.6 ms
64 bytes from 8.8.8.8: icmp_seq=3 ttl=43 time=45.9 ms
64 bytes from 8.8.8.8: icmp_seq=4 ttl=43 time=45.0 ms
64 bytes from 8.8.8.8: icmp_seq=5 ttl=43 time=43.9 ms

--- 8.8.8.8 ping statistics ---
5 packets transmitted, 5 received, 0% packet loss, time 4005ms
rtt min/avg/max/mdev = 43.966/46.883/50.816/2.507 ms

[email protected]:~$ ping -c 5 google.it # raggiungibilità di un host su Internet (con risoluzione via server DNS)

PING google.it (173.194.116.191) 56(84) bytes of data.
64 bytes from fra07s63-in-f31.1e100.net (173.194.116.191): icmp_seq=1 ttl=53 time=45.3 ms
64 bytes from fra07s63-in-f31.1e100.net (173.194.116.191): icmp_seq=2 ttl=53 time=43.3 ms
64 bytes from fra07s63-in-f31.1e100.net (173.194.116.191): icmp_seq=3 ttl=53 time=40.9 ms
64 bytes from fra07s63-in-f31.1e100.net (173.194.116.191): icmp_seq=4 ttl=53 time=40.2 ms
64 bytes from fra07s63-in-f31.1e100.net (173.194.116.191): icmp_seq=5 ttl=53 time=39.3 ms

--- google.it ping statistics ---
5 packets transmitted, 5 received, 0% packet loss, time 4005ms
rtt min/avg/max/mdev = 39.308/41.836/45.384/2.221 ms

[email protected]:~$ sudo iwlist wlan0 scan | grep -i ssid # scansione delle reti WIFI nelle vicinanze

                    ESSID:"TP-LINK_2.4GHz_928511"
                    ESSID:"FASTWEB2013"
                    ESSID:"WIND WiFi-8f4c"
                    ESSID:"TP-LINK_5GHz_928513"

[email protected]:~$ sudo iw wlan0 scan | grep -i ssid

	SSID: TP-LINK_2.4GHz_928511
	SSID: FASTWEB2013
	SSID: WIND WiFi-8f4c
	SSID: TP-LINK_5GHz_928513

[email protected]:~$ nmcli device wifi list

SSID                              BSSID               MODALITÀ         FREQ       VELOCITÀ   SEGNALE  SICUREZZA  ATTIVO  
'FASTWEB2013'                     00:14:7F:09:89:B6   Infrastruttura   2412 MHz   54 MB/s    54       WPA        no      
'TP-LINK_5GHz_928513'             30:B5:C2:92:85:13   Infrastruttura   5180 MHz   54 MB/s    40       WPA2       no      
'WIND WiFi-8f4c'                  0C:37:DC:27:8F:4C   Infrastruttura   2412 MHz   54 MB/s    32       WPA WPA2   no      
'TP-LINK_2.4GHz_928511'           30:B5:C2:92:85:11   Infrastruttura   2447 MHz   54 MB/s    58       WPA2       sì      

[email protected]:~$ sudo iwlist scan # Elenco Reti Wifi disponibili e relative caratteristiche per esteso

eth0      Interface doesn't support scanning.

lo        Interface doesn't support scanning.

wlan0     Scan completed :
          Cell 01 - Address: 30:B5:C2:92:85:11
                    Channel:8
                    Frequency:2.447 GHz (Channel 8)
                    Quality=34/70  Signal level=-76 dBm  
                    Encryption key:on
                    ESSID:"TP-LINK_2.4GHz_928511"
                    Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 11 Mb/s; 6 Mb/s
                              9 Mb/s; 12 Mb/s; 18 Mb/s
                    Bit Rates:24 Mb/s; 36 Mb/s; 48 Mb/s; 54 Mb/s
                    Mode:Master
                    Extra:tsf=000000d0cc7cb4d4
                    Extra: Last beacon: 56ms ago
                    IE: Unknown: 001554502D4C494E4B5F322E3447487A5F393238353131
                    IE: Unknown: 010882848B960C121824
                    IE: Unknown: 030108
                    IE: Unknown: 2A0100
                    IE: IEEE 802.11i/WPA2 Version 1
                        Group Cipher : CCMP
                        Pairwise Ciphers (1) : CCMP
                        Authentication Suites (1) : PSK
                    IE: Unknown: 32043048606C
                    IE: Unknown: 2D1AAF011BFFFFFF00000000000000000001000000000406E6470D00
                    IE: Unknown: 3D1608080400000000000000000000000000000000000000
                    IE: Unknown: 4A0E14000A002C01C800140005001900
                    IE: Unknown: 7F080100000000000040
                    IE: Unknown: DD180050F2020101800003A4000027A4000042435E0062322F00
                    IE: Unknown: DD0900037F01010000FF7F
                    IE: Unknown: DD920050F204104A0001101044000101103B000103104700100000000000001000000030B5C29285101021000754502D4C494E4B1023000941726368657220443710240003312E301042000C3330423543323932383531311054000800060050F204000110110009417263686572204437100800020086103C000100104900140024E26002000101600000020001600100020001
          Cell 02 - Address: 00:14:7F:09:89:B6
                    Channel:1
                    Frequency:2.412 GHz (Channel 1)
                    Quality=30/70  Signal level=-80 dBm  
                    Encryption key:on
                    ESSID:"FASTWEB2013"
                    Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 11 Mb/s; 18 Mb/s
                              24 Mb/s; 36 Mb/s; 54 Mb/s
                    Bit Rates:6 Mb/s; 9 Mb/s; 12 Mb/s; 48 Mb/s
                    Mode:Master
                    Extra:tsf=00000215abb38101
                    Extra: Last beacon: 56ms ago
                    IE: Unknown: 000B4641535457454232303133
                    IE: Unknown: 010882848B962430486C
                    IE: Unknown: 030101
                    IE: Unknown: 2A0100
                    IE: Unknown: 2F0100
                    IE: Unknown: 32040C121860
                    IE: Unknown: DD060010180200F0
                    IE: WPA Version 1
                        Group Cipher : TKIP
                        Pairwise Ciphers (1) : TKIP
                        Authentication Suites (1) : PSK
          Cell 03 - Address: 30:B5:C2:92:85:13
                    Channel:36
                    Frequency:5.18 GHz (Channel 36)
                    Quality=30/70  Signal level=-80 dBm  
                    Encryption key:on
                    ESSID:"TP-LINK_5GHz_928513"
                    Bit Rates:6 Mb/s; 9 Mb/s; 12 Mb/s; 18 Mb/s; 24 Mb/s
                              36 Mb/s; 48 Mb/s; 54 Mb/s
                    Mode:Master
                    Extra:tsf=000000d0cc6f4f88
                    Extra: Last beacon: 56ms ago
                    IE: Unknown: 001354502D4C494E4B5F3547487A5F393238353133
                    IE: Unknown: 01088C129824B048606C
                    IE: Unknown: 030124
                    IE: IEEE 802.11i/WPA2 Version 1
                        Group Cipher : CCMP
                        Pairwise Ciphers (1) : CCMP
                        Authentication Suites (1) : PSK
                    IE: Unknown: 2D1AEF091BFFFFFF0000000000000000000100000000000000000000
                    IE: Unknown: 3D16240D0000000000000000000000000000000000000000
                    IE: Unknown: 7F080000000000000040
                    IE: Unknown: BF0CB2018033EAFF0000EAFF0000
                    IE: Unknown: C005012A00FCFF
                    IE: Unknown: DD180050F2020101800003A4000027A4000042435E0062322F00
                    IE: Unknown: DD0900037F01010000FF7F
                    IE: Unknown: DD920050F204104A0001101044000101103B000103104700100000000000001000000030B5C29285101021000754502D4C494E4B1023000941726368657220443710240003312E301042000C3330423543323932383531311054000800060050F204000110110009417263686572204437100800020086103C000100104900140024E26002000101600000020001600100020001
          Cell 04 - Address: 0C:37:DC:27:8F:4C
                    Channel:1
                    Frequency:2.412 GHz (Channel 1)
                    Quality=25/70  Signal level=-85 dBm  
                    Encryption key:on
                    ESSID:"WIND WiFi-8f4c"
                    Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 6 Mb/s; 9 Mb/s
                              11 Mb/s; 12 Mb/s; 18 Mb/s
                    Bit Rates:24 Mb/s; 36 Mb/s; 48 Mb/s; 54 Mb/s
                    Mode:Master
                    Extra:tsf=0000004ad29d49c9
                    Extra: Last beacon: 56ms ago
                    IE: Unknown: 000E57494E4420576946692D38663463
                    IE: Unknown: 010882848B0C12961824
                    IE: Unknown: 030101
                    IE: Unknown: 0706495420010D14
                    IE: Unknown: 2A0100
                    IE: Unknown: 32043048606C
                    IE: Unknown: 2D1A2C0000FF00000000000000000000008000000000000000000000
                    IE: Unknown: 3D1601000100000000000000000000000000000000000000
                    IE: WPA Version 1
                        Group Cipher : TKIP
                        Pairwise Ciphers (2) : CCMP TKIP
                        Authentication Suites (1) : PSK
                    IE: IEEE 802.11i/WPA2 Version 1
                        Group Cipher : TKIP
                        Pairwise Ciphers (2) : CCMP TKIP
                        Authentication Suites (1) : PSK
                    IE: Unknown: DD180050F2020101000003A4000027A4000042435E0062322F00
          Cell 05 - Address: 00:8C:54:6B:F8:4B
                    Channel:11
                    Frequency:2.462 GHz (Channel 11)
                    Quality=22/70  Signal level=-88 dBm  
                    Encryption key:on
                    ESSID:"Telecom-74184773"
                    Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 11 Mb/s; 18 Mb/s
                              24 Mb/s; 36 Mb/s; 54 Mb/s
                    Bit Rates:6 Mb/s; 9 Mb/s; 12 Mb/s; 48 Mb/s
                    Mode:Master
                    Extra:tsf=000003e7e89aee24
                    Extra: Last beacon: 56ms ago
                    IE: Unknown: 001054656C65636F6D2D3734313834373733
                    IE: Unknown: 010882848B962430486C
                    IE: Unknown: 03010B
                    IE: Unknown: 2A0104
                    IE: Unknown: 2F0104
                    IE: Unknown: 32040C121860
                    IE: Unknown: 0B050100210000
                    IE: Unknown: 7F03000008
                    IE: Unknown: DD090010180201000C0000
                    IE: WPA Version 1
                        Group Cipher : TKIP
                        Pairwise Ciphers (1) : TKIP
                        Authentication Suites (1) : PSK
                    IE: Unknown: DD180050F2020101040003A4000027A4000042435E0062322F00

[email protected]:~$ sudo cat /etc/NetworkManager/system-connections/* # Elenco Reti Wifi configurate e relative caratteristiche

[connection]
id=Connessione HUAWEI Y330-U01 automatica
uuid=e3d07845-91d1-4c59-a1eb-618e6d208f9d
type=802-11-wireless

[802-11-wireless]
ssid=HUAWEI Y330-U01
mode=infrastructure
mac-address=00:1D:E0:0A:4B:C5
security=802-11-wireless-security

[802-11-wireless-security]
key-mgmt=wpa-psk
auth-alg=open
psk=39f773b31d1d

[ipv4]
method=auto

[ipv6]
method=auto
[connection]
id=Connessione TP-LINK_2.4GHz_928511 automatica
uuid=d1fda4fd-c921-4790-9ccf-3875beebfd3b
type=802-11-wireless

[802-11-wireless]
ssid=TP-LINK_2.4GHz_928511
mode=infrastructure
mac-address=00:1D:E0:0A:4B:C5
security=802-11-wireless-security

[802-11-wireless-security]
key-mgmt=wpa-psk
auth-alg=open
psk=49778410

[ipv4]
method=auto

[ipv6]
method=auto
[802-3-ethernet]
duplex=full
mac-address=00:15:58:CB:E3:11

[connection]
id=Connessione via cavo 1
uuid=a6e275b8-c29a-4efd-b832-623a19fdbbab
type=802-3-ethernet
timestamp=1442814552

[ipv6]
method=auto

[ipv4]
method=auto
dns=8.8.8.8;8.8.4.4;
ignore-auto-dns=true
may-fail=false
[connection]
id=Wind Non-business
uuid=48e5eb3a-c599-4779-b7f7-fc03e14e1b9e
type=gsm
autoconnect=false

[gsm]
number=*99#
username=Wind
password=Wind
apn=internet.wind

[ppp]
lcp-echo-failure=5
lcp-echo-interval=30

[serial]
baud=115200

[ipv4]
method=auto

[email protected]:~$ nmcli device list iface wlan0 # Elenco Reti Wifi configurate e relative caratteristiche

GENERAL.DEVICE:                         wlan0
GENERAL.TIPO:                           802-11-wireless
GENERAL.VENDOR:                         Intel Corporation
GENERAL.PRODOTTO:                       Lenovo ThinkPad T61
GENERAL.DRIVER:                         iwl4965
GENERAL.VERSIONE-DRIVER:                3.13.0-37-generic
GENERAL.VERSIONE-FIRMWARE:              228.61.2.24
GENERAL.HWADDR:                         00:1D:E0:0A:4B:C5
GENERAL.STATO:                          100 (collegato)
GENERAL.MOTIVO:                         0 (Nessun motivo specificato)
GENERAL.UDI:                            /sys/devices/pci0000:00/0000:00:1c.1/0000:03:00.0/net/wlan0
GENERAL.IP-IFACE:                       wlan0
GENERAL.NM-MANAGED:                     sì
GENERAL.CONN-AUTOMATICA:                sì
GENERAL.FIRMWARE-MANCANTE:              no
GENERAL.CONNESSIONE:                    /org/freedesktop/NetworkManager/ActiveConnection/0
CAPABILITIES.RILEVAMENTO-PORTANTE:      no
CAPABILITIES.VELOCITÀ:                 1 Mb/s
CONNECTIONS.PERC-CONNESSIONI-DISPONIBILI:/org/freedesktop/NetworkManager/Settings/{3}
CONNECTIONS.CONNESSIONI-DISPONIBILI[1]: d1fda4fd-c921-4790-9ccf-3875beebfd3b | Connessione TP-LINK_2.4GHz_928511 automatica
WIFI-PROPERTIES.WEP:                    sì
WIFI-PROPERTIES.WPA:                    sì
WIFI-PROPERTIES.WPA2:                   sì
WIFI-PROPERTIES.TKIP:                   sì
WIFI-PROPERTIES.CCMP:                   sì
WIFI-PROPERTIES.AP:                     no
WIFI-PROPERTIES.ADHOC:                  sì
AP[1].SSID:                             'FASTWEB2013'
AP[1].BSSID:                            00:14:7F:09:89:B6
AP[1].MODALITÀ:                        Infrastruttura
AP[1].FREQ:                             2412 MHz
AP[1].VELOCITÀ:                        54 MB/s
AP[1].SEGNALE:                          54
AP[1].SICUREZZA:                        WPA
AP[1].ATTIVO:                           no
AP[2].SSID:                             'TP-LINK_5GHz_928513'
AP[2].BSSID:                            30:B5:C2:92:85:13
AP[2].MODALITÀ:                        Infrastruttura
AP[2].FREQ:                             5180 MHz
AP[2].VELOCITÀ:                        54 MB/s
AP[2].SEGNALE:                          40
AP[2].SICUREZZA:                        WPA2
AP[2].ATTIVO:                           no
AP[3].SSID:                             'WIND WiFi-8f4c'
AP[3].BSSID:                            0C:37:DC:27:8F:4C
AP[3].MODALITÀ:                        Infrastruttura
AP[3].FREQ:                             2412 MHz
AP[3].VELOCITÀ:                        54 MB/s
AP[3].SEGNALE:                          32
AP[3].SICUREZZA:                        WPA WPA2
AP[3].ATTIVO:                           no
AP[4].SSID:                             'TP-LINK_2.4GHz_928511'
AP[4].BSSID:                            30:B5:C2:92:85:11
AP[4].MODALITÀ:                        Infrastruttura
AP[4].FREQ:                             2447 MHz
AP[4].VELOCITÀ:                        54 MB/s
AP[4].SEGNALE:                          51
AP[4].SICUREZZA:                        WPA2
AP[4].ATTIVO:                           sì
AP[5].SSID:                             'Telecom-74184773'
AP[5].BSSID:                            00:8C:54:6B:F8:4B
AP[5].MODALITÀ:                        Infrastruttura
AP[5].FREQ:                             2462 MHz
AP[5].VELOCITÀ:                        54 MB/s
AP[5].SEGNALE:                          20
AP[5].SICUREZZA:                        WPA
AP[5].ATTIVO:                           no
IP4.INDIRIZZO[1]:                       ip = 192.168.1.103/24, gw = 192.168.1.1
IP4.DNS[1]:                             192.168.1.1
DHCP4.OPZIONE[1]:                       expiry = 1456732107
DHCP4.OPZIONE[2]:                       broadcast_address = 192.168.1.255
DHCP4.OPZIONE[3]:                       dhcp_message_type = 5
DHCP4.OPZIONE[4]:                       routers = 192.168.1.1
DHCP4.OPZIONE[5]:                       dhcp_lease_time = 86400
DHCP4.OPZIONE[6]:                       ip_address = 192.168.1.103
DHCP4.OPZIONE[7]:                       subnet_mask = 255.255.255.0
DHCP4.OPZIONE[8]:                       domain_name_servers = 192.168.1.1 0.0.0.0
DHCP4.OPZIONE[9]:                       network_number = 192.168.1.0
DHCP4.OPZIONE[10]:                      dhcp_server_identifier = 192.168.1.1

[email protected]:~$

Copiare vari files aventi uguale estensione

31 gennaio, 2016 (21:04) | Linux | By: sargonsei

Copiare vari files aventi uguale estensione
Per copiare in una cartella di destinazione tutti i files .JPG (.jpg) contenuti in una cartella di provenienza (e relative sottocartelle), aprire un terminale ed impartire il comando
find /cartella/di/provenienza/ -iname "*.JPG" -exec cp {} /cartella/di/destinazione/ \;

sostituendo a /cartella/di/provenienza/ il percorso assoluto della cartella in cui cercare i files, e sostituendo a /cartella/di/destinazione/ il percorso assoluto della cartella in cui mettere copia dei files trovati.
Ciò avviene senza senza cambiarne il nome, di conseguenza, nel caso di files col medesimo nome, l’ultimo copiato sovrascrive il precedente.
Analogamente, nel caso di files nascosti, i files trovati verranno copiati nella cartella di destinazione, ma resteranno nascosti; per ovviare a questo inconveniente, occorre togliere il puntino davanti ad ogni singolo nome. Per fare ciò a tutti i files contenuti nella cartella di destinazione, occorre aprire un terminale nella cartella stessa ed impartire i comandi

rename -v 's/^\.//g' .*.JPG
rename -v 's/^\.//g' .*.jpg

Inserire commento nella prima pagina di un documento PDF

24 gennaio, 2016 (12:28) | Linux | By: sargonsei

In una cartella abbiamo raccolto tutti i documenti PDF che ci interessano, e, per poter rintracciare velocemente il documento che ci interessa, nella stessa cartella abbiamo inserito un file di testo contenente, per ogni documento inserito nella cartella stessa, il nome del file.pdf e una breve descrizione del contenuto del PDF stesso.
Se desideriamo inserire la descrizione anche nella prima pagina del file.pdf stesso, quella che segue è la procedura.
N.B. La procedura qui descritta, è stata testata (con Linux Mint 17.1 a 64 bit con MATE) su documenti PDF il cui nome NON contiene spazi, pensando di aggiungere ad ogni documento un testo anche diverso da documento a documento, ma nella medesima porzione della prima pagina di ogni singolo documento.

1) Aprire il gestore delle applicazioni (synaptic o altro, a vostra scelta) ed assicurarsi che le applicazioni enscript e pdftk siano installate; se non lo sono, selezionarle per l’installazione ed installarle con tutte le dipendenze.

2) Assicurarsi che i documenti PDF a cui si vuole aggiungere la descrizione, siano tutti nella medesima cartella, ed abbiano tutti dei nomi privi di spazi e/o caratteri speciali.

3) Assicurarsi che il file nomePdf_Commento.txt contenente l’elenco dei documenti PDF e relativa descrizione, sia contenuto all’interno della cartella che contiene i documenti PDF e che contenga, per ogni singolo PDF che si vuole commentare, una riga che inizia con il nome del documento PDF (estensione compresa), uno spazio, ed il commento che si vuole inserire nel PDF stesso.

4) Creare, all’interno della medesima cartella, uno script chiamato CommentaDocumenti.sh avente il seguente contenuto:

#!/bin/bash
# Questo script, per funzionare correttamente, deve essere collocato nella medesima cartella in cui si trovano i files da commentare.
# Da adattare
FILE=nomePdf_Commento.txt #  mettere qui il nome del file di testo contenente l'elenco dei files PDF e relativi commenti
DIR=$(pwd -P) #  mette nella variabile DIR il percorso assoluto della cartella in cui si trova lo script
  cd $DIR
  while read line; do
    # estrae qui da ogni riga il nome del pdf e il testo da inserirvi
    testo="${line#* }"
    masterPDF="${line/ *}"
    # crea la prima pagina inserendo il commento incorniciato in un'area distante 17 pixel dal bordo sinistro, 18 pixels dal bordo destro, 15 pixels dal bordo superiore e 760 pixels del bordo inferiore della prima pagina del documento PDF
    fold -w 100 -s <<<"$testo" | enscript --margins=17:18:15:760 -j -B -f Times-Italic12 -p- | ps2pdf - | pdftk - background $masterPDF output firstPage.pdf
    nPag=$(pdftk $masterPDF dump_data | awk '/NumberOfPages/ {print $2}')
    if [[ $nPag -eq 1 ]]; then
      # la pagina creata è già il nostro documento annotato; la rinominiamo dandole un nome ottenuto aggiungendo, al nome del file da commentare, il prefisso che preferiamo (in questo casdo, EDITED-)
      mv firstPage.pdf EDITED-$masterPDF
    else
      # il pdf ha più pagine; sostituiamo la prima pagina con quella commentata e dando, al documento risultante, un nome ottenuto aggiungendo, al nome del file da commentare, il prefisso che preferiamo (in questo casdo, EDITED-)
      pdftk A=firstPage.pdf B=$masterPDF cat A B2-end output EDITED-$masterPDF
    fi
    done < $FILE

5) Aprire il FileManager installato (nel mio caso, Nemo), andare nella cartella in cui abbiamo messo i documenti PDF e cliccare col tasto destro del mouse sul file CommentaDocumenti.sh, poi selezionare [Proprietà]>[Permessi] e mettere la spunta ad [Esecuzione], in modo da rendere eseguibile il file CommentaDocumenti.sh.

6) Aprire un terminale nella cartella in cui abbiamo messo i documenti PDF, il file nomePdf_Commento.txt , ed file CommentaDocumenti.sh , ed impartire il comando
./CommentaDocumenti.sh

A questo punto, se esaminiamo la cartella di lavoro con il FileManager installato, potremo constatare che, assieme ai files presenti in precedenza ed elencati nel file nomePdf_Commento.txt , ci sono i corrispondenti files commentati, distinguibili dai files non commentati per la presenza nel nome del prefisso EDITED-.